Blog

IToolS Groups Hub&Proxy

Dalla versione 3.5.2.2 IToolS implementa due nuovi componenti utili dalla realizzazione di applicazioni distribuite, con essi infatti è possibile dichiarare oggetti, come per esempio Variabili, ed utilizzarle in altre applicazioni presenti in rete.

I due nuovi componenti sono:

È evidente che con questo sistema è possibile realizzare una o più applicazioni server e diverse applicazioni distribuite in rete che condividono variabili, ma gli scopi possono essere molteplici, ad esempio è possibile dichiarare variabili IToolS in una applicazione a 64bit ed utilizzarle in un’altra applicazione a 32bit per esigenze di compilazione o compatibilità.
Un altro esempio ancora piò essere quello di creare applicazioni visuali per servizi Windows che utilizzano le variabili IToolS, risulta infatti abbastanza complesso condividere dati tra servizi e applicazioni visuali.

GroupsHub

 

Il componente GroupsHub consente di pubblicare tutti Gruppi e le Variabili raccolte da un componente Groups e dispone delle seguenti proprietà:

Nel caso in non venga utilizzato il file di configurazione e il binding selezionato è NetTcp, l’indirizzo del servizio a cui collegarsi per ottenere i gruppi, le variabili a le informazioni in esse contenute, potrebbe essere:

                net.tcp://localhost:17005/groupshub.svc/groupshubservice/

GroupsProxy

 

Il GroupsProxy consente ad una applicazione di rete di collegarsi ad un GroupsHub e ricevere le informazioni relative ai gruppi e alle variabili che tale applicazione pubblica, mediante questo oggetto è quindi possibile richiedere informazioni relative alle variabili, dichiararle automaticamente anche nell’applicazione di rete e utilizzarle per l’implementazione della logica richiesta.

GroupsProxy presenta le seguenti proprietà:

Nel caso il GroupsProxy venga utilizzato in una applicazione WinForms, è disponibile un apposito editor che consente al componente di richiedere a design-time la lista dei gruppi e delle relative variabili, quindi dichiararle in modo che siano fruibili anche a tempo di progettazione.

Nel caso in cui le variabili vengano importate mediante l’editor WinForms è importante che la proprietà LoadVariables sia impostata a “false”, in caso contrario all’avvio del componente GroupsProxy verrebbero di nuovo richiesti i gruppi e le variabili al GroupsProxy con una conseguente probabile perdita di sincronizzazione tra le variabili hub e proxy.

Come si vede dall’immagine riportata sopra, selezionando il componente GroupsProxy, nella finestra delle proprietà appare un’azione “Load groups” che consente all’utente di verificare le variabili pubblicate dal GroupsHub ed importarle mediante un’apposita finestra a cui l’utente deve apporre conferma:

In questo esempio andiamo a creare un server di pubblicazione delle variabili:

 

Quindi implementiamo un’applicazione console (Proxy) che sfrutta le variabili definite nell’applicazione server (Hub):

 

IToolSGroupsProxy.zip

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 − 11 =